Ultime News

INNOVAZIONE SOCIALE IN AZIENDA

Può un’azienda profit aprire le porte all’Innovazione Sociale?    Quali sono gli strumenti e le metodologie per perseguire questo obiettivo?    Quali... Approfondisci
14.12.2019

"Piacere D.E.Mo.S."

Per la promozione dell'attività della Fondazione ITS D.E.Mo.S. il giorno 13 Aprile 2019, presso la Palestra dell'IISS "L.Pilla", Via Veneto, 21 a Campobasso, dalle ore 9:30 alle ore 13:00, si terrà l'evento di orientamento e formazione, rivolto a tutti gli opinion leader e... Approfondisci
01.04.2019

Save the date - AgriOIL 4.0 Fondazione ITS D.E.Mo.S. - 19 luglio 2018

DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE  Il corso AgriOIL 4.0 ha l’obiettivo di formare Tecnici Superiori in possesso di conoscenze e competenze professionali: per fornire servizi innovativi e competitivi di assistenza tecnica agronomica, gestionale e commerciale alle aziende di... Approfondisci
26.06.2018

Obbligo di indicazione dello stabilimento di produzione in etichetta

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta n. 44 del 14 settembre 2017, ha approvato il decreto legislativo che reintroduce l'obbligo di indicare lo stabilimento di produzione o confezionamento in etichetta. Il provvedimento prevede un periodo transitorio di 180 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta... Approfondisci
20.09.2017

IMBALLAGGI ATTIVI - Riduzione degli sprechi alimentari e frontiere del confezionamento innovativo

L'evoluzione del packaging alimentare ha visto, negli ultimi due decenni, un'accelerazione negli studi, nella sperimentazione e nell'applicazione di elementi costruttivi, che offrono interessanti orizzonti nella riduzione dello spreco alimentare Il tema del packaging nel comparto... Approfondisci
29.08.2017
Sfoglia l'archivio: 12345

Attività

Sicurezza alimentare

Se la soddisfazione del cliente rappresenta il fattore competitivo di maggiore importanza è allora altrettanto fondamentale, per garantire lo sviluppo della competitività della propria impresa, “giocare la carta”della Qualità attraverso un “Sistema di Gestione della Qualità”.

Il gruppo progetta e affianca l’Azienda nella definizione del Sistema di Gestione della Sicurezza Alimentare (SGSA) cioè quell’insieme di attività documentali e operative che consentono all’impresa di tenere sotto controllo i processi aziendali che influiscono sulla sicurezza alimentare.

Il SGSA definisce le modalità per individuare responsabilità, procedure, processi e risorse per realizzare la politica aziendale di prevenzione igienica, nel rispetto delle leggi vigenti e dei nuovi scenari dei Regolamenti Europei.

Autocontrollo Igienico-Sanitario - HACCP

Il documento che persegue tale finalità è il Piano di Autocontrollo personalizzato e redatto secondo i principi del metodo HACCP, che sia coerente con la normativa di riferimento e che consenta che tutte le attività, dagli approvvigionamenti, alla presentazione del prodotto/servizio, debbano essere dunque programmate nel modo ottimale per raggiungere lo scopo del “Food Safety”.

Etichettature nutrizionali italiana, USA ed export

L'Assistenza Tecnico-Scientifica alimentare mette a disposizione una vasta competenza/conoscenza per la stesura ex novo delle etichette dei prodotti alimentari e/o la successiva verifica delle diciture riportate in etichette già preesistenti, in ottemperanza a quanto prescritto dalla legislazione vigente.

In particolare, nella valutazione delle etichette, viene preso in considerazione l’obbligo di indicazione di talune menzioni, le modalità specifiche relative a dimensioni ed ubicazione delle stesse, la liceità o meno di claim ed illustrazioni in tema di pubblicità ingannevole, gli oneri riguardanti la dichiarazione di allergeni, la conformità di utilizzo, nella quantità e nelle specifiche, di additivi, edulcoranti e coloranti.

Queste disposizioni concorrono, in varia misura, a determinare i contenuti delle etichette dei prodotti alimentari, secondo modalità prescrittive che, in prima approssimazione, possono essere classificate all'interno di tre categorie, in riferimento ai contenuti di ciascun precetto:

  • indicazioni obbligatorie
  • facoltative
  • vietate

Stesura di etichette nutrizionali

Secondo i differenti modelli previsti dalla legislazione italiana (comprese le tabelle relative ai prodotti arricchiti con vitamine e minerali), e nella redazione di etichette nutrizionali conformemente a quanto disposto dalla normativa statunitense e canadese.

In questa prospettiva l'etichettatura degli alimenti si connota anzitutto come una dichiarazione al pubblico di caratteristiche, pregi, qualità vere o presunte, specifiche identità, e si inserisce in un meccanismo negoziale, per il quale la scelta d'acquisto muove da un'esplicita promessa del produttore e del venditore e da un correlativo affidamento del consumatore, traducendosi in un'obbligazione, i cui contenuti sono precisati e dichiarati nell'etichetta con una ricchezza di informazioni

IFS:

  • Lo standard IFS è uno strumento operativo per qualificare i propri fornitori secondo requisiti di qualità, sicurezza e conformità alla normativa sui prodotti alimentari.

Lo standard IFS pone una serie di requisiti relativi a:

  • Gestione della Qualità (include HACCP)
  • Gestione delle Risorse
  • Processi produttivi
  • Processi di misurazione, analisi e miglioramento.

Certificazioni di Rintracciabilità

  • Le basi legali che regolamentano il sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi sono costituite dal regolamento CE n. 178/2002 che indica i principi basilari della “Food law” e stabilisce le procedure in materia di sicurezza alimentare.
  • La certificazione di rintracciabilità in un’azienda agroalimentare, secondo la norma UNI 11020 del 2002, attesta che, con ragionevole attendibilità, viene garantita e documentata la rintracciabilità del prodotto all’interno dell’azienda.

Ai fini della certificazione è indispensabile che l'Azienda:

  • implementi un sistema di rintracciabilità aziendale applicato ai materiali utilizzati aventi rilevanza per le caratteristiche del prodotto;
  • predisponga un documento (il Disciplinare Tecnico);
  • definisca un piano di controllo allo scopo di assicurare il corretto funzionamento del sistema di rintracciabilità aziendale

L’etichettatura dei prodotti alimentari

  • codice a barre, numero di lotto
  • procedure di approvvigionamento
  • il richiamo del prodotto dal mercato e i sistemi di registrazione
  • dati di conformità.

Regolamento n. 178 (2004)

Oltre a ciò, ad oggi è possibile certificare la rintracciabilità attraverso due schemi fondamentali:

  • Certificazione di rintracciabilità di filiera agroalimentare
  • Certificazione di filiera agroalimentare controllata

SISTEMA DI RINTRACCIABILITÀ DI FILIERA

  • nel rispetto del Regolamento Comunitario e delle indicazioni contenute nella norma UNI 10939 (ed. aprile 2001), che consenta di certificare la storia documentata di un prodotto, attraverso l’individuazione e la registrazione dei flussi materiali e degli operatori di filiera che hanno contribuito alla realizzazione e fornitura del prodotto.

Il servizio offerto si articola in varie fasi:

  • Assistenza per lo sviluppo di un sistema di tracciabilità conforme al Regolamento n. 178, comprendente:
  • Individuazione delle organizzazioni coinvolte
  • Individuazione dei flussi di materiali coinvolti
  • Sviluppo della documentazione operativa di sistema (procedure, istruzioni di lavoro, modelli)
  • Sensibilizzazione e formazione del personale coinvolto nel sistema di rintracciabilità
  • Aggiornamento del piano di autocontrollo aziendale, con particolare riferimento al piano di campionamento e di analisi per il controllo dei necessari parametri chimici, fisici e microbiologici
  • Assistenza per la certificazione del sistema di tracciabilità secondo UNI 10939, comprendente tra l’altro:
  • Preparazione del Manuale di Rintracciabilità di Filiera;
  • Individuazione dei prodotti o dei componenti rilevanti per le caratteristiche del prodotto, oggetto della certificazione;
  • Esecuzione di verifiche ispettive ed esecuzione riesame per la valutazione dell'efficacia del sistema sviluppato;
  • Assistenza durante audit della società di certificazione

Igiene alimentare e Autocontrollo Plan

L’impianto normativo comunitario in materia di sicurezza alimentare è stato ridisegnato dal Reg. (CE) n. 178/2002 (“General Food Law”), che introduce il principio fondamentale di un approccio integrato di filiera: ciò comporta la responsabilizzazione di tutti gli operatori della filiera alimentare, dalla produzione agricola primaria alla distribuzione finale al consumatore, ristorazione compresa.

  • il regolamento (CE) 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio sull'igiene dei prodotti alimentari
  • il regolamento (CE) 853/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, che stabilisce norme specifiche in materia di igiene per gli alimenti di origine animale;
  • la direttiva 41/2004/CE del Parlamento europeo e del Consiglio che abroga alcune direttive recanti norme sull'igiene dei prodotti alimentari e le disposizioni sanitarie per la produzione e la commercializzazione di determinati prodotti di origine animale destinati al consumo umano e che modifica le direttive 89/662/CEE e 92/118/CEE del Consiglio e la decisione 95/408/CE del Consigli
  • il regolamento (CE) 854/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce norme
  • specifiche per l’organizzazione di controlli ufficiali sui prodotti di origine animale destinati al consumo umano
  • il regolamento (CE) 882/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa in materia di mangimi e di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali

Il “pacchetto igiene” è destinato ad essere completato con provvedimenti disciplinanti singoli aspetti delle produzioni alimentari. In tale contesto, sono stati finora adottati:

  • Il regolamento (CE) 183/2005 che stabilisce i requisiti per l’igiene dei mangimi
  • Il regolamento (CE) n. 2073/2005 sui criteri microbiologici applicabili ai prodotti alimentari
  • Il regolamento (CE) n. 2074/2005 recante modalità di attuazione relative a taluni prodotti di cui al reg. (CE) n. 853/2004 e all'organizzazione di controlli ufficiali a norma dei reg.(CE) n. 854/2004 e (CE) n. 882/2004, deroga al reg. (CE) n. 852/2004 e modifica dei reg.(CE) n. 853/2004 e (CE) n. 854/2004
  • Il regolamento (CE) n. 2075/2005 recante norme specifiche applicabili ai controlli ufficiali relativi alla presenza di Trichine nelle carni
  • Il regolamento (CE) n. 2076/2005 che fissa disposizioni transitorie per l’attuazione dei regg. (CE) n. 853/2004, (CE) n. 854/2004 e (CE) n. 882/2004 e che modifica i regolamenti (CE) n. 853/2004 e (CE) n. 854/2004

Studio e Pianificazione Quadro di IPM

  • Analisi microbiologiche, chimiche, ricerca dei contaminanti controllo merceologico:
    • Additivi
    • Baby food
    • Bevande analcoliche
    • Caffè cacao e cioccolato e Spezie
    • Carni fresche e tagli di carne (macelli)
    • Carni lavorate e conservate (salumi ed affini)
    • Cereali e derivati di macinazione
    • Conserve vegetali (sottoli e sottaceti) e salse
    • Conserve vegetali zuccherine (confetture)
    • Dolciumi e prodotti zuccherini
    • Gastronomia
    • Gelateria
    • Latte e prodotti lattiero caseari
    • Mangimi
    • Miele e prodotti di apicoltura
    • Oli e grassi
    • Ortofrutta, Frutta Secca e Canditi
    • Packaging e materiali a contatto alimentare
    • Paste alimentari
    • Pesce fresco e conserve ittiche
    • Prodotti da Forno e Snack
    • Succhi di Frutta
    • Uova e ovoprodotti
    • Vini e bevande spiritose

Laboratori Accreditati and PARTNERGenus

  • ALIMENTARI ED AGROZOOTECNICI
  • AROMI
  • CONTAMINANTI E ADDITIVI
  • FITOFARMACI
  • MICROBIOLOGIA
  • PACKAGING SEZIONE CHIMICA
  • PANEL TEST
  • REOLOGIA
  • SHELF-LIFE

Servizi specialistici Genus

  • ASSISTENZA TECNICO-SCIENTIFICA ALIMENTARE
  • SERVIZI ETICHETTATURA
  • SERVIZIO ANALISI SENSORIALI
  • SERVIZIO TRACCIABILITÀ DI FILIERA

SERVIZI TECNICI INTEGRATI

  • Analisi chimica e microbiologica dei prodotti agroalimentari
    • Analisi microinquinanti
    • Analisi per DOC, DOCGC; DOP, IGP
    • Analisi della durata dei prodotti agroalimentari
    • Analisi vitamine
    • Analisi fitofarmaci
    • Analisi e certificazioni ai fini EIMA
    • Analisi e certificazione per esportazione
    • Analisi per la ricerca di OGM
    • Prove di cessione su contenitori per alimenti
    • Determinazioni chimiche sui prodotti finiti
  • Analisi ambientale
  • Analisi di processo/prodotto
  • Analisi degli ambienti, aree a rischio e operatori di filiera
  • Certificazione di prodotto
  • Progettazione sistemi di gestione della qualità UNI EN ISO 9001:2008
  • Progettazione sistemi di gestione della sicurezza alimentare - HACCP
  • Progettazione di sistemi per marchi e disciplinari di produzione IGT, IGP, DOC, DOP, DOC
  • Attestazione di specificità UE ed INTERNAZIONALI
  • Supporto tecnico per il rilascio delle certificazione dagli Organismi accreditati
  • Progettazione dei sistemi di produzione biologica
  • Progettazione e sviluppo di processi agro-alimentari
  • New product & process food
  • Etichettature nutrizionali italiana, USA ed export
  • Sistema per la certificazione di prodotto e di filiera